LAZIO POR FESR 2014-2020 – Bando Creatività 2020

banner_lazio_fesr_2015_completo

 

informazioniPOR FESR 2014-2020 Riposizionamento Competitivo – Fase II – Avviso n. 6
Bando CREATIVITA’ 2020

Tipologia: sportello

La scheda del bando è disponibile, solo per gli utenti registrati, in pdf:
scheda Lazio Creatività 2020 (0 download)

oggettoOGGETTO

L’avviso mira a favorire la riqualificazione settoriale, lo sviluppo delle filiere e a rafforzare la competitività del tessuto produttivo laziale, in coerenza con l’area di specializzazione della Smart Specialisation Strategy (S3) regionale, Industrie creative digitali, attraverso il sostegno di Progetti Imprenditoriali realizzati da imprese, singole e associate, che, anche mediante integrazione di filiere, scambio di conoscenze e competenze, abbiano ricadute significative sugli ambiti strategici individuati tramite la Call for Proposal “Sostegno al riposizionamento competitivo dei sistemi imprenditoriali territoriali”.

In coerenza con le priorità espresse dalla S3 e tenuto conto di quanto emerso nella “Call for proposal”, gli ambiti nei quali dovranno essere conseguiti risultati significativi, con conseguente impulso e crescita delle filiere collegate all’area di specializzazione intelligente suddetta e, dunque, al riposizionamento dell’intero comparto anche rispetto ai mercati internazionali, sono:

  1. sviluppo, produzione e distribuzione Cross-Mediale; post-produzione digitale; spettacolo digitale e dal vivo; in particolare con riferimento a:
    1. produzione, post-produzione e disseminazione nel campo dell’audiovisivo.
    2. Sviluppo e adozione di tecnologie digitali applicate al mondo dell’audiovisivo, dello spettacolo dal vivo e di nuove forme di intrattenimento, nelle fasi di pre-produzione, produzione, post-produzione, effetti speciali e distribuzione.
    3. Sviluppo e adozione di applicazioni e servizi digitali in grado di implementare canali di collaborazione e condivisione dei diversi business in modo da collegare contenuti audiovisivi, anche già sviluppati, ai bisogni dei diversi mercati (sviluppo di componenti software, gaming, apparecchi mobili, etc.).
    4. Sviluppo e utilizzo di tecnologie digitali per il restauro e la tutela del patrimonio culturale immateriale (audiovisivo), per consentirne nuove modalità di valorizzazione e fruizione.
  2. Sviluppo di applicazioni digitali, sia come prodotto che come servizio, relativamente a:
    1. servizi digitali per medicina, salute e benessere personale, con particolare riferimento a:
      1. servizi digitali integrati, sostenibili e incentrati sul benessere della persona (citizen centered care);
      2. sistemi per la fornitura, l’analisi e il trattamento delle immagini mediche in un’ottica di improving health information finalizzate alla realizzazione di supporti clinici decisionali per la diagnosi e la terapia.
    2. Nuove modalità di fruizione (On-board and public media) che, attraverso la contaminazione intersettoriale, colleghino progettualità e contenuti (anche già esistenti) ai bisogni di nuovi mercati (ad es. accesso mediante mobile o public devices, anche per i turisti), migliorandone l’accessibilità (connettività e appropriatezza), l’affidabilità, la sicurezza e quindi il valore percepito.

soggetti ammessiSOGGETTI AMMESSI

      • Progetti Semplici

Possono essere presentati da PMI e Liberi Professionisti che rientrano nei parametri dimensionali di PMI, esclusivamente in forma singola.

      • Progetti Integrati

Possono essere presentati da:

      1. Imprese (anche GI) (comprese le Aggregazioni Stabili) e Liberi Professionisti, in forma singola;
      2. Imprese (anche GI) e Liberi Professionisti, in accordo ed in effettiva collaborazione con un Organismo di Ricerca e Diffusione della Conoscenza;
      3. Aggregazioni Temporanee, con eventuale presenza di Organismi di Ricerca e di Diffusione della Conoscenza. Le Aggregazioni Temporanee devono comprendere almeno 2 Imprese e non più di 6 soggetti e possono essere già costituite al momento della domanda ovvero da costituire.

 

durata

DURATA

      • Progetti Semplici
        Devono essere realizzati entro 12 mesi dalla data di Concessione dell’agevolazione
      • Progetti Integrati
        Devono essere realizzati entro 18 mesi dalla data di Concessione dell’agevolazione

 

spesePROGRAMMI E SPESE AMMISSIBILI

      • Progetti Integrati
        Possono presentare un importo complessivo di spese ammissibili non inferiore a 500 Mila €, oppure, se composti da sole Attività RSI, un importo complessivo di spese ammissibili non inferiore 200 Mila €. Contributo massimo 3 Milioni di €.
        I Progetti Integrati possono essere composti da:

      Progetti Semplici
      Possono presentare un importo complessivo di spese ammissibili non inferiore a 50 Mila € e non superiore a 500 Mila €.
      I Progetti Semplici devono prevedere un Piano di Investimento Materiale e Immateriale e/o da un “Piano di Investimento Materiale e Immateriale e Servizi specialistici per il rafforzamento delle imprese che costituiscono la filiera dell’industria cinematografica” che può essere completato da Attività per l’Internazionalizzazione e/o Attività per la Digitalizzazione.

      • una o più attività RSI; (le GI ricevono contributi solamente per tale categoria di spesa);
      • un piano di investimenti materiali e immateriali, anche frutto dei risultati di una preesistente attività di ricerca;
      • attività per l’Internazionalizzazione;
      • attività per la Digitalizzazione;
      • spese per consulenze strumentali alla realizzazione del progetto;
      • spese per consulenza alle PMI riguardanti la Preparazione del Progetto e della richiesta di Sovvenzione e la Rendicontazione del Progetto.

I Progetti imprenditoriali, sia semplici che integrati, devono rispettare i seguenti limiti:

      1. non sono ammissibili Progetti riguardanti esclusivamente Attività per l’Internazionalizzazione e/o Attività per la Digitalizzazione;
      2. le Attività per l’Internazionalizzazione e/o Attività per la Digitalizzazione e/o le Spese per Consulenze Strumentali non possono superare, anche cumulativamente, il 50% del valore complessivo del Progetto Imprenditoriale;
      3. nell’ambito di un progetto imprenditoriale che comprenda una o più attività di RSI, queste ultime devono rappresentare, anche cumulativamente, almeno il 30% del valore complessivo del progetto;
      4. nell’ambito di un progetto che comprenda una o più attività di RSI, le spese di personale dipendente (o assunto con contratti equivalenti) sono ammissibili entro il limite massimo del 50% del totale delle attività RSI. Entro tale limite potranno essere riconosciuti eventuali costi relativi a personale dipendente o equiparato, impiegato in sedi operative fuori dal territorio della regione Lazio, per un importo pari al massimo del 20% di detti costi.

dotazioneDOTAZIONE

La dotazione complessiva dell’Avviso ammonta a 9.260.000 € di cui:

  • 290.000 € destinati ai Progetti Semplici;
  • 970.000 € destinati ai Progetti Integrati.

In aggiunta alle risorse inizialmente assegnate sono disponibili ulteriori risorse, per un importo pari a circa il 50% di ogni singola dotazione, quale riserva utilizzabile per completare la finanziabilità di Progetti Imprenditoriali che risultino solo parzialmente finanziabili.

 

contributoCONTRIBUTO

La Sovvenzione è concessa ai sensi del RGE o del “De Minimis”, applicando le intensità dell’aiuto rispetto alle spese ammissibili, in base alle percentuali rappresentate nella tabella che segue:

 

terminiTERMINI E PROCEDURE

A partire 26 settembre 2017 i richiedenti possono accedere al portale GeCoWEB per la compilazione del Formulario. Le istruzioni. Al termine della procedura il file contenente la Domanda deve essere sottoscritto con Firma Digitale e inviato via PEC secondo i termini seguenti:

  • Progetti Semplici
    a partire dalle ore 12:00 del 10 ottobre 2017 fino alle ore 12:00 del 14 dicembre 2017 ovvero, se precedente, al superamento della soglia di Euro 11.000.000 di contributi richiesti; in tale eventualità, Lazio Innova comunicherà la chiusura dello sportello.
  • Progetti Integrati
    a partire dalle ore 12:00 del 24 ottobre 2017 e fino alle ore 12:00 del 9 gennaio 2018 ovvero, se precedente, al superamento della soglia di Euro 8.000.000 di contributi richiesti; in tale eventualità, Lazio Innova comunicherà la chiusura dello sportello sul sito www.lazioinnova.it.