MiSE: Voucher per l’internazionalizzazione 2017


informazioniMiSE – Voucher per l’internazionalizzazione – 2017

TIPOLOGIA: sportello

La scheda è disponibile, solo per gli utenti registrati, in pdf:
scheda Mise Internazionalizzazione 2017 (1 download)

 

oggettoOGGETTO

Il decreto disciplina la concessione di contributi a fondo perduto in forma di voucher per l’acquisizione, a seguito della sottoscrizione di un apposito contratto di servizio, di prestazioni consulenziali, erogate esclusivamente dalle società di temporary export management attraverso la messa a disposizione di uno o più TEM e finalizzate a sostenere i processi di internazionalizzazione dei soggetti beneficiari, attraverso attività di analisi e ricerche di mercato, di individuazione e acquisizione di nuovi clienti, di assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale e di trasferimento di competenze specialistiche in materia di internazionalizzazione d’impresa.

soggetti ammessiSOGGETTI AMMESSI

Sono ammesse le PMI sull’intero territorio nazionale che abbiano conseguito un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari almeno a 500.000 €, con riferimento all’ultimo esercizio contabile chiuso; il possesso di tale requisito non è richiesto per le start-up innovative;

Sono esclusi i seguenti settori d’attività:

  1. pesca e acquacoltura (Reg. CE 104/2000);
  2. produzione primaria dei prodotti agricoli;
  3. trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli;
  4. attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati Membri;

Ciascun soggetto proponente può presentare un’unica domanda, optando per una delle tipologie di voucher descritte successivamente nella sezione CONTRIBUTO.

durataDURATA

Ai fini dell’erogazione del voucher, il beneficiario è tenuto a presentare entro 60 giorni dal termine di conclusione del contratto di servizio, ovvero non oltre il 31 maggio 2019 qualora sia stato assegnato il contributo aggiuntivo, la documentazione di spesa.

speseSPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese relative ai servizi di affiancamento all’internazionalizzazione erogati da una delle società di temporary export management per il tramite della figura professionale del TEM e per effetto della sottoscrizione di un apposito contratto di servizio, la cui stipula deve essere successiva alla pubblicazione dell’elenco delle società.

dotazioneDOTAZIONE

Le risorse ammontano a 26 Milioni €.

Di questi, 6 Milioni € sono destinati esclusivamente agli interventi finanziati nelle Regioni meno sviluppate (Campania, Calabria, Basilicata, Puglia e Sicilia).

Nell’ambito della dotazione finanziaria sono previste tre riserve finanziarie:

  • una quota del 3% ai beneficiari che abbiano conseguito il rating di legalità.
  • una quota del 10% ai beneficiari che risultino essere start-up innovative ovvero PMI innovative;
  • una quota pari al 60 %  è destinata alla concessione dei voucher advanced stage.

contributoCONTRIBUTO

Le agevolazioni sono concesse, nell’ambito del Regolamento de minimis, sotto forma di:

  • voucher early stage di importo pari a 10.000 € a fronte di un contratto di servizio con la società di temporary export management di importo almeno pari a 13.000 €;
  • voucher advanced stage di importo pari a 15.000 € a fronte di un contratto di servizio con la società di temporary export management di importo almeno pari a 25.000 €.

Per assicurare un più efficace sostegno ai soggetti proponenti del “voucher advanced stage”, è prevista la possibilità di richiedere un contributo aggiuntivo, di importo pari a 15.000 €, il cui ottenimento è subordinato alla presentazione di un progetto di internazionalizzazione, da realizzarsi anche con il concorso del TEM messo a disposizione dalla società di temporary export management, in grado di produrre ricadute positive sui volumi di vendita all’estero.

terminiTERMINI

Accesso alla procedura informatica per la compilazione della domanda: 21 novembre, 10:00

Invio della domanda: 28 novembre 2017, 10:00

Chiusura sportello: 1 dicembre 2017, 16:00

Il Ministero, tenuto conto del tiraggio finanziario delle domande pervenute, della dotazione finanziaria complessivamente disponibile e delle riserve con provvedimento del Direttore generale per le politiche di internazionalizzazione e la promozione degli scambi può chiudere lo sportello per la presentazione delle domande anticipatamente anche con esclusivo riferimento ai soggetti non titolati ad accedere alle predette riserve ovvero ad una o più delle medesime.

I soggetti proponenti hanno diritto alle agevolazioni nei limiti delle disponibilità finanziarie; pertanto, le domande presentate nelle more della chiusura dello sportello e per le quali dovesse risultare insussistente la relativa copertura finanziaria, sono da considerarsi decadute.

valutazioneVALUTAZIONE

Il Ministero procede alla concessione delle agevolazioni secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande di agevolazione e nei limiti delle risorse disponibili, tenuto conto delle riserve nonché della  completezza della domanda e della sussistenza dei requisiti di ammissibilità.

Le agevolazioni sono concesse entro 60 giorni dal termine ultimo per la presentazione delle domande di agevolazione.

Entro 60 giorni dalla data di concessione delle agevolazioni, i soggetti beneficiari sono tenuti a trasmettere il contratto di servizio stipulato con una delle società di temporary export management.

proceduraPROCEDURA

La procedura di accesso è esclusivamente informatica.

I beneficiari devono essere dotati di:

  • Carta nazionale dei servizi;
  • casella di posta elettronica certificata (PEC)

 

Salva

Salva