MiSE: Centri di competenza ad alta specializzazione


informazioniMiSE – Centri di competenza ad alta specializzazione

TIPOLOGIA: procedura negoziale

 

 

oggettoOGGETTO

Un centro di competenza è costituito da più soggetti, pubblici e privati, nella forma del “partenariato pubblico-privato”, con lo scopo di realizzare un articolato programma di attività – comprendente servizi di orientamento e formazione alle imprese nonché l’attuazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale – finalizzato alla realizzazione, da parte delle imprese fruitrici, in particolare delle PMI, di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo e l’adozione di tecnologie avanzate in ambito Industria 4.0.

Il programma di attività, in particolare, ha ad oggetto l’erogazione dei seguenti servizi:

    1. orientamento alle imprese, in particolare PMI, attraverso la predisposizione di una serie di strumenti volti a supportare le imprese nel valutare il loro livello di maturità digitale e tecnologico;
    2. formazione alle imprese, al fine di promuovere e diffondere le competenze in ambito Industria 4.0 mediante attività di formazione in aula e sulla linea produttiva e su applicazioni reali.
    3. attuazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale, proposti dalle imprese, compresi quelli di collaborazione tra le stesse, e fornitura di servizi di trasferimento tecnologico in ambito Industria 4.0. Le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale devono essere finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo di tecnologie in ambito Industria 4.0 o l’innovazione dei processi e dell’organizzazione delle PMI.

soggetti ammessiSOGGETTI AMMESSI

Possono beneficiare delle agevolazioni i centri di competenza nella forma di partenariati pubblico-privati, costituiti da partner diversi, pubblici e privati (imprese e altri operatori economici, inclusi quelli che svolgono attività di intermediazione finanziaria e/o assicurativa, associazioni di categoria nazionali o territoriali, etc.), con la partecipazione di almeno un organismo di ricerca.

durataDURATA

I benefici sono concessi, per un periodo di 36 mesi prorogabili di ulteriori 12 mesi adeguatamente motivati.

 

speseSPESE AMMISSIBILI

Nell’ambito del programma di attività sono ammissibili le spese aventi ad oggetto:

  1. l’acquisizione di attrezzature, impianti e macchinari, nonché componenti hardware e software funzionali alla realizzazione del programma di attività;
  2. il personale dipendente del soggetto proponente o in rapporto di collaborazione con contratto di collaborazione o di somministrazione di lavoro, ovvero titolare di specifico assegno di ricerca, nella misura in cui è impegnato nella realizzazione del programma di attività del centro;
  3. licenze e diritti relativi all’utilizzo di titoli della proprietà intellettuale;
  4. servizi di consulenza specialistica e tecnologica;
  5. organizzazione di corsi di formazione sulle tecnologie e le applicazioni in ambito Industria 4.0, per facilitare la condivisione delle conoscenze e il lavoro in rete;
  6. attività di marketing del centro di competenza volta a promuovere la partecipazione di nuove imprese o organismi di ricerca ed aumentare la visibilità del centro.

dotazioneDOTAZIONE

Le risorse disponibili ammontano a 30 Milioni €, così distribuiti:

  • 20 Milioni € per il 2017
  • 10 Milioni € per il 2018

 

contributoCONTRIBUTO

Le agevolazioni sono concesse, nella forma del contributo diretto alla spesa, in relazione a:

  1. costituzione e avviamento dell’attività del centro di competenza nella misura del 50% delle spese sostenute, per un importo complessivo non superiore a 7.500.000 € per ciascun centro di competenza;
  2. progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale presentati dalle imprese nell’ambito del programma di attività del centro di competenza, nella misura del 50% delle spese sostenute per un importo massimo non superiore a 200.000 € per ciascun progetto.

Agli interventi di cui alla lettera a), è destinata una quota non superiore al 65% delle risorse disponibili e ai progetti di cui alla lettera b) una quota non inferiore al 35%.

 

terminiTERMINI

Apertura: 1 febbraio 2018

Chiusura: 30 aprile 2018, ore 24:00

 

valutazioneISTRUTTORIA

L’attività istruttoria è articolata nelle seguenti fasi:

  1. verifica della completezza della documentazione presentata e dei requisiti e delle condizioni di ammissibilità;
  2. valutazione tecnica della domanda sulla base degli elementi di valutazione descritti nel bando da parte del Comitato Tecnico.

A conclusione dell’attività istruttoria, il Comitato tecnico trasmette le risultanze al Ministero – DGPICPMI, ai fini dell’avvio della successiva fase di negoziazione con il soggetto proponente. Una volta conclusa la fase negoziale il soggetto proponente presenterà la proposta definitiva tenendo conto degli esiti della negoziazione risultanti da verbale.